Le gambe delle donne
Gambe

Lana Turner

Nel nostro viaggio alla scoperta dei sex symbol del passato oggi incontriamo una donna mitica: Lana Turner, una grande star, nota soprattutto tra gli anni quaranta e sessanta per la sua bellezza e il suo prorompente fascino.

A noi naturalmente interessano soprattutto le gambe di Lana Turner ma l’attrice ha avuto una vita così interessante che vale la pena spendere qualche parola anche sulla sua biografia, dato che ormai non sono in molti quelli che la ricordano.

Il vero nome dell’attrice era Julia Jean Turner, la sua infanzia fu relativamente tranquilla, per quanto tranquilla può essere la vita per una bambina figlia di un uomo con il vizio del gioco. La tranquillità si interruppe quando il padre venne rapinato e assassinato, proprio dopo una forte vincita ai dadi.

Gambe e piedi di Lana Turner

Julia Jean aveva una grande passione per il cinema e i risparmi di tutta una settimana di lavoro le servivano per comprare il biglietto dello spettacolo del sabato. Era affascinata soprattutto dagli abiti delle attrici tanto che in una intervista, in seguito, dichiarò che se non fosse diventata un’attrice avrebbe cercato di lavorare come stilista.

Venne notata per caso mentre beveva una bibita in un bar a Hollywood, venne quindi presentata a un produttore e catapultata in una piccola parte in un film, era il 1937 e recitava una piccola scena di una ragazza che viene assassinata ma il suo maglione, la sua bellezza, la disinvoltura con cui si muoveva sulla scena non passarono inosservati, è così che nacque Lana Turner.

la ragazza col maglione

Nell’ambiente divenne nota come “la ragazza col golfino” e a partire dal 1938 cominciò a recitare in un film dopo l’altro. Inizialmente gli ingredienti per il suo successo furono soprattutto la sua grande capacità di vestire gli abiti scena con straordinaria disinvoltura e la sua prorompente bellezza ma rapidamente dimostrò di saper recitare, e anche molto bene. Divenne una delle attrici più pagate di Hollywood già nel 1946 e nello stesso anno interpretò con John Garfield “Il postino suona sempre due volte” che è un capolavoro, migliore anche se meno esplicito del remake con Jessica Lange.

Le gambe di Lana Turner

La vita privata dell’attrice è stata molto movimentata tanto da essere citata anche nel fumetto italiano Nathan Never

Una figlia, sette mariti e altrettanti divorzi, un discreto numero di relazioni con attori celebrità dell’epoca, gente del calibro di Tyrone Power, Frank Sinatra, Fernando Lamas e il mitico Howard Hughes ma questo è ancora niente, la relazione che viene più ricordata e menzionata è quella con Johnny Stompanato che oltre ad avere un nome da mafioso americano degli anni cinquanta aveva anche il difetto di essere un mafioso americano degli anni cinquanta.

La relazione tra i due era molto movimentata, si lasciavano, si pestavano, lui era estremamente geloso e una volta arrivò a minacciare Sean Connery durante le riprese di un film, l’attore inglese lo mise al tappeto e la rissa ebbe anche delle conseguenze giudiziarie.

lana Turner a colori

Le violenze sfociarono in tragedia il 4 aprile 1958, Lana e Johnny stavano litigando violentemente e Cheryl, la figlia dell’attrice, uccise l’uomo con un coltello da cucina per proteggere la madre. Ne seguì un processo che ebbe un clamore mediatico terrificante, furono pubblicate lettere private che Lana e Johnny si erano scambiati nel corso della loro relazione con conseguenze disastrose per la personale e professionale di Lana, fortunatamente Cheryl venne assolta dall’accusa di omicidio in quanto il suo intervento fu considerato legittima difesa.

Dopo l’affare Stompanato la Turner perse il ruolo di star di prima linea e gli studi le proposero soprattutto ruoli melodrammatici di donne peccatrici e alcuni di questi furono grandi successi, alcuni con chiari riferimenti autobiografici.

Related posts

Sex Symbol del passato: Joséphine Baker

admin

Lady Lemon

admin

L’estate passa, le gambe restano

admin

Scrivi un commento

Vai alla barra degli strumenti