Le gambe delle donne
Real Legs

La mitica Lambretta: un simbolo di libertà

Cari, affezionati lettori di lgdd, oggi, vi presentiamo una stella del mondo dei motori, un nome che ha fatto storia e ha solleticato il senso di libertà di intere generazioni. Stiamo parlando della mitica Lambretta!

Jane Mansfield sulla Lambretta
Jane Mansfield sulla Lambretta

Nata dal genio dell’ingegner D’Ascanio e prodotta a partire dal 1947 dal gruppo industriale Innocenti, la Lambretta si presenta come un’opera d’arte ingegneristica su due ruote. Con il suo design curato nei minimi dettagli, il telaio in tubi d’acciaio e un motore bicilindrico a due tempi, il mezzo rispecchia una perfezione meccanica che ancora oggi fa girare la testa a molti appassionati.

La storia della Lambretta è intrecciata con quella del dopoguerra italiano. Una storia di rinascita, di risveglio industriale, di desiderio di libertà e di movimento. Questo rivoluzionario mezzo, con la sua agilità e la sua maneggevolezza, è diventata il simbolo di quel desiderio, consentendo a giovani e meno giovani di muoversi con facilità tra le strade delle città italiane.

E come dimenticare la rivalità storica tra la Lambretta e l’altro gigante del settore, la Vespa Piaggio? È stato un confronto appassionante, un vero e proprio derby delle due ruote che ha animato le discussioni nei bar e nelle piazze di tutta Italia. Ognuna con il suo stile, le sue peculiarità e la sua schiera di affezionati, queste due icone hanno segnato un’era.

Ma c’è una caratteristica che rende la Lambretta davvero eccezionale, un piccolo dettaglio che, a suo modo, ha rivoluzionato la mobilità urbana: la possibilità di guidarla con la gonna. Ebbene sì, dalla fine degli anni quaranta le signore hanno iniziato a dimenticarsi dei noiosi pantaloni, perché permetteva di godersi una corsa in città con tutto il comfort della gonna preferita.

Gonna e Lambretta
Gonna e Lambretta

Questo accorgimento, apparentemente banale, ha in realtà un significato molto profondo. Non si tratta solo di una questione di praticità, ma di un vero e proprio simbolo di emancipazione. Lo scooter, con il suo design innovativo, ha permesso alle donne di prendere le redini della loro mobilità, di muoversi liberamente per la città senza dover rinunciare alla femminilità.

Così, signore e signori, la Lambretta non è solo uno scooter, ma un vero e proprio stile di vita. Un mezzo che ha saputo combinare design, ingegneria, storia e un pizzico di ribellione. La Lambretta, con la sua gonna al vento, continua a farci sognare, a farci viaggiare, a farci sentire liberi.

Lambretta e calze a rete
Lambretta e calze a rete

E allora, cosa aspettate? Salite in sella e lasciatevi conquistare dal fascino senza tempo della Lambretta! Con le ovvie differenze tecnologiche il mezzo viene prodotto ancora adesso!

Articoli correlati

Le gambe di una Leggenda: Gisele Bündchen

admin

Le donne e le moto

admin

Giornata internazionale delle calze

admin

Scrivi un commento