Il lato pratico dei collant

Mi avete scritto i tanti, è chiaro che i miei lettori non sono più i dodici iniziali quindi non riesco a rispondere a tutti singolarmente e lo faccio qui in un post generale. Me l'avete chiesto in tanti (perfino alcune donne) in forme diverse ma tutto sommato la domanda era quasi la stessa: cosa ci trovo di così erotico nei collant?

Una volte per tutte approfitto per chiarire che io adoro le gambe delle donne, non me ne frega niente dei collant di per sé. Adoro le gambe e trovo che un paio di banalissimi collant possano aiutare a rendere le gambe ancora più belle, attenuando alcuni piccoli difetti, snellendo la coscia e contribuendo a lasciare un'atmosfera di eros.

Ok, arrivo al pratico perché i sostenitori dell'autoreggente me le hanno massacrate. Lo so benissimo anche io che per arrivare al dunque bisogna prendere una decisione: i collant vanno tolti, stracciati o come minimo calati. Lo so, posso dire di aver provato tutte queste combinazioni e le loro varianti; sono perfettamente consapevole delle controindicazioni di tutte e tre le possibilità. 
Il punto è che prima di arrivare al dunque ci sono un sacco di cose interessanti da fare. Tanto per cominciare se la vostra fidanzata, moglie, amante si farà trovare in collant e tacchi, magari senza avere indossato le mutandine, con la sola scelta di un abbigliamento tanto semplice avrà contribuito a creare un'atmosfera erotica che per tutta la serata sentirà anche lei, anche a livello fisico. 
Accettando di non indossare le mutandine sotto i collant la complice parteciperà a un gioco erotico innocente ma non troppo, concreto quel tanto che basta da rendere il sogno più umido, ma non così reale da dover confessare qualcosa di male al marito o al prete.

Proseguendo poi nella concretizzazione, voi che siete così gretti e materiali e poco dotati di fantasia, immaginate di avere con voi la vostra dolce metà che ha indossato, come dicevo prima, dei collant senza mutandine. 
Non ha scelto dei collant qualsiasi, è stata attenta sia al lato estetico con un colore e un disegno in grado di valorizzare le sue gambe e le scarpe abbinate, sia al lato pratico mettendo uno di quei collant costruiti senza il patello e la sella in mezzo alle gambe (lo so, il termine giusto è tassello ma ci siamo capiti), uno di quelli leggeri insomma. 
Con una scelta di questo tipo provate a immaginare quanto tempo potete riuscire a farla gioire senza farle toccare il culmine, utilizzando semplicemente le mani e la lingua, senza tecniche difficilissime. Potrete tenerla al culmine per ore, senza concederle il lusso di farla venire, potrete farla arrivare a un punto tale che ... vi concederà ogni cosa. Provate, e poi fatemi sapere se pensate ancora che i collant sono poco pratici!

Aggiornamento: per fortuna i collant senza tassello e senza cucitura si stanno diffondendo, sono facili da trovare e non costano più una fortuna. Anche Omsa ha presentato recentemente un modello di questo tipo, per restare sul classico due ottimi collant con le caratteristiche indicate sono il Walford Fatal Neon e il Nudité di Philippe Matignon.

 nudité Philippe Matignon

Vota questo articolo
(17 Voti)

Altro in Tacchi

Le scarpe di Isabella

I più attenti tra voi ricorderanno sicuramente che un milione di anni fa avevo accennato al fatto che una mia amica ha deciso di mettere su un sito. I più superficiali stanno a pensando "che mi frega" e replico immantinente: vi riguarda perchè se siete arrivati su questo sito evidentemente… Leggi tutto
  • andrea

    Immagino cose meravigliose.........da provare comunque

    inviato da andrea Mercoledì, 21 Ottobre 2009 16:33 Link al commento
  • Casanova

    Ciao a tutte e a tutti i passionati di glamour...
    Per parte mia sono attiratissimo dalle gambe femminile ricoperte da nylon da una vita.
    Comunque devo dire che le donne mature (35 in più) sono molto più esperti dei giochi erotici che le donne giovanissime. All’inizio amavo le calze fino al giorno che ho scoperto l’immenso piacere che poteva dare un bellissimo collant.
    Anni fa ho avuto un’avventura con una mia collega che aveva tredici anni di più di me (ne avevo 26 in quel tempo). Era calina e dolce. Spesso indossava delle gonne sopra il ginocchio, tacchi alti e dei collant bianchi dolci come lei, inoltre non portava le mutande. Adoravamo fare questi giochetti innocenti che consistevano nel strofinare il membro sulle cosce e tra le chiappe ricoperte da nylon fino a quando arriva un orgasma da favola. Com’era bello la sensazione dello struscamento del membro tra le sue cosce mentre che la indietreggiavo le carezzavo le cosce. Quando avevamo finito mi diceva che era come una sorella maggiore per me e che gli faceva piacere rendermi felice.
    Scrivo queste righe dal Belgio e sono felice sentire che in Italia le donne sono molto più sensuale delle donne Belghe.

    inviato da Casanova Venerdì, 16 Aprile 2010 13:59 Link al commento
  • anonimo

    ciao.
    posso garantirti una cosa: io ho avuto la fortuna di incontrare una donna che s'è fatta convincere praticamente subito a indossare i collant senza mutande.
    è andata oltre però....
    li ha presi di un paio di taglie più grandi del dovuto in maniera da permettermi di penetrarla senza dover ne togliere ne bucare i collant.

    posso assicurare che non c'è niente di minimamente paragonabile!!!

    inviato da anonimo Lunedì, 19 Aprile 2010 21:17 Link al commento
  • carolina

    Per quanto mi riguarda, le collant sono un' indumento più che pratico e vanno indossate a pelle. In alternativa si possono mettere sotto degli slip, ma non è indispensabile. Le collant sono fatte per essere indossate senza.

    inviato da carolina Venerdì, 12 Febbraio 2016 16:21 Link al commento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto