Le gambe delle donne
Calze e collant

300 donne in collant bianchi a Pesaro

Come si fa a convincere 300 donne a farsi fotografare nude con indosso solo un paio di collant bianchi? Ci vuole genio. Oppure arte. Oppure entrambe le cose, qualcuno ci è riuscito e merita una standing ovation

Un connubio di genio e arte, non c’è altro per definire quello che è riuscito a fare Giuseppe Palmisano (in arte iosonopipo) che ha fotografato al Centro Arti Visive di Pesaro 300 donne vestite solo di un paio di collant bianchi

Il progetto ha il nome ufficiale di Vuoto ed è stato un grande successo, a questo sono collegate della aste con cui l’artista mette in vendita materiale video e fotografico il cui ricavato servirà a finanziare il prossimo progetto che si intitolerà… Vuoto 2

L’artista aveva le idee molto chiare per questo progetto: voleva 300 modelle, tutte dalla carnagione chiara, tutte non professioniste e pronte a una sessione fotografica presumibilmente non brevissima. Il risultato è molto interessante…

Il novello Leonida ha messo in formazione posa tutte le sue guerriere prima dello scatto e già questo non deve essere stata un’impresa semplice. Le novelle spartane – come detto – sono tutte non professioniste, infatti non hanno ricevuto alcun compenso oltre a un ricordo dell’evento e la gloria di aver partecipato all’epica impresa.

iosonopipo vuoto

Il prossimo progetto vedrà ancora una volta in posa 300 donne ma questa volta dovranno essere tutte dalla carnagione scura e dovranno tutte essere in posa indossando soltanto un paio di collant neri. Non possiamo che augurare all’artista di riuscire nel progetto e di proseguire lungo questo interessante percorso artistico.

iosonopipo vuoto 07

Articoli correlati

Alessia ha visto la luce!

admin

Miss Maggio 2020

admin

Perchè le donne usano sempre meno le calze?

Lucelinda

5 commenti

Adele 7 Agosto 2017 at 15:13

Spero tutte e 300 senza intimo…….

Rispondi
Redazione 9 Agosto 2017 at 22:42

Credo di sì!

Rispondi
Lu 12 Agosto 2017 at 16:13

Divertente!

Rispondi
Redazione 24 Agosto 2017 at 13:16

Sì, un progetto interessante!

Rispondi
MASSIMO CONTI 13 Febbraio 2018 at 12:50

Ottima osservazione…. a me piace immaginare il momento in cui 300 donne si ritrovano assieme, si spogliano nude mostrandosi le une alle altre, indossano i collant bianchi e poi… via con le foto.
Le immagino tutte bagnate o quantomeno umide… che spettacolo.

Rispondi

Scrivi un commento