Theda Bara

Da qualche settimana stiamo andando alla riscoperta dei sex symbol del passato, le prime stelle del cinema, del varietà e del teatro, capaci di far girare la testa a migliaia di uomini... un secolo fa.

Theda Bara in questo firmamento è una stella di primaria grandezza, la prima attrice ad essere considerata una "vamp", forse anche per i ruoli che amava interpretare e che le hanno dato celebrità e successo ma anche per una vita vissuta piuttosto sopra le righe.

theda bara legs 01

Theda ha interpretato soltanto film muti e la maggior parte delle sue pellicole è andata perduta. E' incredibile il numero di film che sono andati persi per sempre, anche se sono stati girati "solo" cento anni fa. Ad esempio del suo film più famoso, Cleopatra, si sono salvati soltanto alcuni fotogrammi e una sequenza di una ventina di secondi. E' inoltre estremamente improbabile che in qualche scantinato si trovi una vecchia bobina ancora leggibile, questo a causa delle pellicole al fulmicotone che si usavano all'epoca che non solo erano pericolosamente infiammabili ma avevano anche il difetto di deteriorarsi con relativa rapidità.

Cleopatra

Ed è un peccato perchè, a giudicare dal poco che si è salvato, sono andati persi film interessanti. Erano tempi molto differenti, tempi in cui bastavano foto come quelle incluse in questo articolo per scatenare una tempesta ormonale nel pubblico. Oggi queste foto sono considerate super castigate e la pornografia a volte sembra esondare nella ginecologia... il tempo e la tecnologia non hanno portato solo progressi oppure in questo abbiamo semplicemente esagerato.

theda bara legs 03

Agli inizi del secolo scorso mostrare un piede nudo o una parte della gamba era sufficiente ad emozionare, nel senso erotico del termine, gli spettatori.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Altro in Gambe

Archie Dickens

Artista inglese della vecchia scuola, Archie Dickens con le sue tavole ha traghettato le pin-up dall'età dell'innocenza alla sensualità dell'era matura. Leggi tutto
Altro in questa categoria: « L'uomo che amava le donne Archie Dickens »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto