Biancheria intima nuziale - Calze per la sposa

  • Scritto da 
  • Giovedì, 30 Marzo 2017 10:26
  • 0

Quando mi sono sposata - ormai parecchi anni fa - non ho nemmeno preso in considerazione l’intimo da sposa, ho passato mesi a girare tra i vari negozi di abiti specializzati ma per quanto riguarda l'abito avevo le idee molto chiare su quello che volevo !
I mesi di maggio e giugno si avvicinano, agli uomini possono anche sembrare lontani ma in un attimo arriverà il giorno scelto per il matrimonio. Non a caso anche sui siti di moda italiani si comincia a parlare di abiti da sposa ancora in inverno e per quest’anno ci sono delle novità dato che sono molto consigliati gli abiti da sposa con lo spacco!
Dopo aver trovato l'abito perfetto – per inciso nel mio caso era un vestito aperto fino alla parte bassa della schiena con uno strascico non molto lunga e forma di coda di pesce e un ricamo semplice con delle perline che terminava intorno al collo – il mio problema successivo era: cosa metto sulla testa? A dir la verità era soprattutto un problema per il negozio dato che continuavano a chiedere le mie preferenze: un velo? Una tiara? Dei fiori? O forse una combinazione di tutte queste cose?
L’unica cosa di cui ero sicura era che non volevo un velo, non mi sono sposata in chiesa e la festa con amici e parenti l’abbiamo fatta a pochi passi dalla spiaggia quindi non volevo qualcosa di anticamente tradizionale e il velo era quanto di più lontano dai miei gusti potessi immaginare.
Alla fine ho scelto una specie di coroncina fatta con dei fiori intrecciati da mettere tra i capelli con qualche perlina. Ero molto felice e orgogliosa del mio abito anche perché me lo sono guadagnato con il sudore della mia fronte e non ho dovuto ringraziare nessuno, ero una ragazza felice.
Quello che ho trascurato – e che nessuno mi ha consigliato di scegliere – era quello che dovevo indossare sotto l’abito! In negozio nessuno ha mai parlato di biancheria speciale o di calze, forse anche per il clima caldo del paese in cui mi sono sposata. Ho la sensazione che questo capiti alla maggior parte delle spose: la biancheria intima viene scelta all'ultimo minuto, quasi per caso.

Alla fine ho scelto frettolosamente delle calze bianche e una giarrettiera romantica perché nella mia ingenuità ho pensato di non aver bisogno di niente altro sulle gambe! Quanto sbagliavo!
Avevo dei sandali alti (ma veramente alti) e lucidi, certamente non ideali per le foto sulla spiaggia. Sulle gambe avevo ancora un po’ di abbronzatura e pensavo che tutto sarebbe stato perfetto. I piedi mi facevano malissimo e si stavano riempendo di vesciche, quando la sera siamo saliti su una barca per scattare qualche foto avevo freddo alle gambe, per non parlare dei piedi. La lezione l’ho imparata: anche le gambe meritano un po’ di attenzione!
Quindi qual è la biancheria più adatta per la novella sposa? Quali sono le calze migliori da indossare?

Si trovano online parecchie guide che possono essere una buona fonte di ispirazione per scegliere tra calze, collant, autoreggenti e giarrettiere.

Autoreggenti per la sposa

Permettetemi subito in consiglio pratico: se scegliete le autoreggenti NON mettete nessuna lozione o creme idratanti sulle gambe altrimenti avrete tutto il giorno la sensazione delle calze che vi cadono! La autoreggenti funzionano perché c’è una banda in silicone all'altezza della coscia che le tiene su, le creme idratanti sono un disastro garantito, in particolare quando dovrete camminare lungo il corridoio!

Calze da sposa

Le calze possono essere un’ottima scelta ma la cosa importante in questo caso è scegliere bene il reggicalze, soprattutto se avete un vestito molto aderente. L'alternativa è un bustino, anche in questo caso però fate attenzione perchè potrebbe essere visibile in trasparenza e magari non è quello che desiderate. Se però volete un consiglio veramente pratico non sottovalutate i collant a forma di reggicalze, hanno un cintura in vita molto semplice, senza i gancetti e le controindicazioni tipiche dei reggicalze e sulle gambe si ha la stessa sensazione delle calze. C’è anche da considerare la comodità per quando dovrete andare in bagno e – credetemi – sarà già complicato con l’abito e lo strascico di mezzo!

Gabriella princessa

Per quanto riguarda le collant non credo ci sia bisogno di molti consigli, tutte le donne le conoscono e le usano, l’unica cosa che vorrei aggiungere è che magari per un giorno speciale come il matrimonio viene da pensare che non siano “abbastanza”, che siano troppo “ordinarie”, bè è semplicemente falso! Ci sono dei modelli bellissimi, ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le fantasie e inoltre se vi sposate in autunno o in inverno sono praticamente indispensabili.
Infine la giarrettiera. E’ il tocco finale che potete (dovete) aggiungere in combinazione con le calze che avete scelto. Anche in questo ce ne sono di tutti i tipi ma quel piccolo pezzo di tessuto colorato intorno alla coscia dovrebbe essere considerato indispensabile, come il bouquet o le scarpe!
Qualunque sia la vostra scelta in merito alla biancheria è fondamentale non trascurare le gambe nel vostro giorno speciale, io vi auguro che il giorno del vostro matrimonio sia esattamente come l’avete sognato.
Un ultimo consiglio: se avete in mente un matrimonio in grande stile non dimenticate le gambe delle damigelle, soprattutto se avete scelto un abito particolare anche per loro.

giarrettiera tradizionale

Vota questo articolo
(0 Voti)

Altro in Gambe

Le gambe nella storia: Marlene Dietrich

Una delle più grandi star del cinema di tutti i tempi, Marlene Dietrich è stata la prima donna a stipulare un'assicurazione per proteggere le sue gambe con un contratto con i Lloyds di Londra Leggi tutto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto