La posa Marilyn

  • Scritto da 
  • Lunedì, 18 Aprile 2016 13:41
  • 0

Se anche non avete visto riconoscerete immediatamente la foto di Marilyn che proponiamo come "posa" per questa settimana. E' un fotogramma tratto dal film "quando la moglie è in vacanza" diventato famosissimo. Per la cronaca il titolo originale del film è molto più ammiccante, The Seven Year Itch infatti si potrebbe tradurre come "il prurito del settimo anno". Il film è una commedia, in realtà simpatica e innocente; sempre a proposito di traduzione c'è un'altra differenza che vale la pena citare: il protagonista del film dopo che la moglie e il figlio sono andati in vacanza per sfuggire all'afa della città, conosce la bella vicina di casa che in realtà abita nell'appartamento sopra il suo. L'occasione è un piccolo incidente: dal balcone della bella ragazza cade una pianta che finisce in quello del protagonista, si tratta di una pianta di pomodoro (come si vede chiaramente) ma nel doppiaggio si parla invece di patata. In inglese infatti, soprattutto in quel periodo si usava la parola tomato per indicare una bella ragazza. Questo crea una battuta formidabile, forse involontaria. Quando Marilyn incontra sul pianerottolo il protagonista usa queste parole: "Salve! Sono io, si ricorda? La patata del piano di sopra". E se c'è una donna al mondo che ha il diritto di fregiarsi del titolo di "patata" questa è sicuramente Marilyn Monroe.

quando la moglie è in vacanza 650x447

Come detto la posa Marilyn non è una vera e propria posa, tratta da una sequenza le gambe della Monroe sono in movimento mentre con le braccia fa finta di tenere abbassata la gonna mentre in realtà sembra più interessata a godersi la ventata di refrigerio che la grata le porta alla patata. Non è una posa eppure è immediatamente riconoscibile: basta vedere una gonna bianca oppure una gonna che si alza con un po' di vento e la mente vola immediatamente alla bionda per eccellenza, è una sequenza talmente nota e conosciuta che anche chi non ha mai visto il film la riconosce e le è stato fatto addirittura un monumento.

Il monumento alle gambe di Marilyn Monroe

Come tutte le immagini iconiche anche questa vanta innumerevoli tentativi di imitazione, come la Bardot Pose anche la Marilyn è una posa che è passata per le copertine di innumerevoli riviste e giornali.

La posa Marilyn in copertina

In teoria per provare a fare una posa Marilyn basta avere un abito bianco, un paio di sandali e un ventilatore potente. In realtà non è così banale, basta vedere la foto qui sotto per notare che il tentativo di Christina Ricci non è affatto riuscito e non dipende certo dal colore dei capelli, con tutto il rispetto per la giovane attrice le sue gambe non sono all'altezza della posa.

Christina RicciMarilyn Monroe Pose

Con le giuste gambe si può anche fare a meno del vestito bianco. La foto qui sotto non ha neppure la grata anzi, è stata scattata con la modella in piedi su un tavolino, eppure è decisamente ben riuscita.

In piedi sul tavolino

Ci sono due ingredienti fondamentali per una riuscita posa Marilyn: un bel paio di lunghe gambe e una gonna che vola verso l'alto, tutto il resto è optional. Si può fare a meno dei sandali, si possono indossare sandali e collant, invece del vestito bianco si può indossare qualsiasi altra cosa e riuscire a ottenere un'ottima foto, purchè le gambe siano all'altezza della sfida.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Altro in ... dal sito

Vènghino, siori, Venghino!

Questo articolo non è stato scritto per essere letto dai lettori del sito o da altre persone, è dedicato ai software e ai "diversamente furbi" che provano a craccare questo sito con metodi un po' troppo banali Leggi tutto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto