Il Pi Greco

La posizione del  Pi Greco è semplicissima: basta tenere le gambe ben tese, unite o leggermente divaricate e distribuire il peso su entrambi gli appoggi. Non è una posa adatta a tutte le gambe: i grissini non vengono bene in questa posizione, in altre parole non è consigliata a chi ha gambe esageratamente magre.

Come si vede dalle immagini della piccola galleria qui allegata sono possibili innumerevoli varianti, non tutte altrettanto efficaci. La posizione del Pi Greco è adatta ad essere ripresa con la modella che indossa le calze oppure a gambe nude, forse rende meglio quando il fotografo si mette alle spalle della modella, con la macchina fotografica posizionata leggermente in basso, in questo modo vengono messi in evidenza le cosce e i polpacci. 

 Nella prima foto la modella non indossa le calze ma ha un paio di tacchi altissimi che contribuiscono a slanciare le gambe. L'effetto controluce è piacevole ed evidenzia le forme delle gambe più che i dettagli.

Anche la seconda foto proposta è un controluce, in questo caso la modella sta alla finestra e indossa calze e reggicalze. L'effetto slanciato sui polpacci non è dato dai tacchi ma dalla posizione dato che la bella figliola sta sulle punte dei piedi.

La terza immagine è molto più "ruspante", non è presa in uno studio, sembra quasi una foto rubata. La donna della foto indossa tacchi (piuttosto bassi) e un paio di collant neri velati.

La quarta immagine è molto più professionale, la modella ritratta potrebbe essere Rihanna ed è a gambe nude, in posa sui tacchi vicino a una palma.

La quinta immagine coglie due ragazze in posa, la doppietta permette di evidenziare alcune differenze: la ragazza di sinistra ha le gambe troppo magre e la posizione non le rende affatto giustizia, come se non bastasse ha deciso di indossare un paio di calze autoreggenti insieme al reggicalze ed ha fatto male: agganciare la balza delle autoreggenti al reggicalze non è sempre una buona idea e in questo caso l'effetto è piuttosto ridicolo. Come se non bastasse l'elasticità delle calze, che aderiscono perfettamente, contribuiscono ad evidenziare l'eccessiva magrezza delle gambe della modella.
La ragazza sulla destra invece ottiene un risultato migliore: oltre ad avere gambe più formose, più belle, indossa tacchi più alti che le slanciano di più e usa calze di nylon con il reggicalze, l'effetto è decisamente molto più apprezzabile.

Nella sesta e ultima foto della piccola galleria è ritratta una finta cameriera in collant. Le dimensioni dell'immagine sono scarse ma la foto è comunque apprezzabile, sia per il bianco dei collant sia per la scelta di scattare da una posizione leggermente angolata.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Altro in Produttori e marchi

Zohara: l'arte sulle calze

Un "giovane" marchio israeliano che produce collant e leggings unendo moda e un pizzico di arte, un tocco creativo e originale per le gambe delle donne, in vendita anche online Leggi tutto
  • Zolfo

    Questa posa non pordona alcun difetto... roba da gambe perfette! Infatti il difficile non è farla...

    inviato da Zolfo Lunedì, 25 Gennaio 2016 15:49 Link al commento
  • Admin

    In effetti le calze potrebbero aiutare a sfumare qualche difetto ma gambe troppo magre o troppo muscolose non hanno scampo!

    inviato da Admin Martedì, 26 Gennaio 2016 13:27 Link al commento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto